guanti-ospedalieri-quali-scegliere

Guanti medicali: come sceglierli?

Nel settore sanitario e medico, l’igiene deve essere irreprensibile. Tuttavia il rischio di proliferazione di germi e batteri è molto più elevato in questi ambienti. Per proteggersi da ogni eventuale rischio, è indispensabile indossare guanti medicali protettivi. Ne esistono diversi tipi destinati ad usi specifici, Giordmedical vi propone una guida di acquisto e qualche consiglio per scegliere al meglio il tipo di guanti che più si adatta alle vostre esigenze.

A cosa servono i guanti chirurgici-medicali?

I guanti medicali fanno parte dell’attrezzatura medica essenziale, sono dispositivi monouso progettati per proteggere l’utente durante le pratiche di assistenza e di cura. Sono stati creati per aiutare il personale a mantenere una buona igiene necessaria nel luogo di lavoro. I guanti da lavoro sono utilizzati in studi medici, cliniche, laboratori, ospedali, case di riposo, ecc.

I guanti chirurgici sono utilizzati per proteggere le mani da virus esterni, riducono il rischio di contaminazione da sangue o altri liquidi, ma anche la trasmissione di germi dal personale al paziente e da un paziente all’altro. Sono raccomandati in caso di rischi infettivi, chimici e fisici. I guanti devono essere cambiati tra un paziente e l’altro per evitare il rischio di contaminazione e il diffondersi di batteri. Il loro utilizzo deve essere conforme alle indicazioni di precauzioni “ standard” e da “contatto”.

L’efficacia dei guanti chirurgici è stata dimostrata da diversi studi clinici. I guanti monouso non forniscono una protezione al 100%, è quindi importante verificare che questi non siano difettosi prima di ogni utilizzo. L’uso dei guanti non esclude il lavaggio delle mani, che è senza dubbio la migliore prevenzione in termini di igiene.

Esiste un’ampia gamma di guanti protettivi ambidestri adatti ad ogni uso. Ad esempio, per la cura quotidiana e la cura chirurgica, saranno utilizzati due tipi di guanti diversi in base alle loro caratteristiche. È necessario scegliere il tipo di guanto corretto tenendo conto della sicurezza, del comfort e del grado di protezione.

Usi dei guanti monouso

La scelta dei guanti monouso medicali non è da prendere alla leggera. Infatti, è necessario utilizzare i guanti adatti in base all’uso medico, ma è essenziale scegliere anche la taglia giusta. Tra i criteri da prendere in conto vi sono la resistenza, il comfort, il rischio di allergia e l’impiego.

Guanti con o senza polvere?

La polvere presente nei guanti monouso è costituita da amido di mais e permette di infilare velocemente il guanto. Infatti, questa polvere permette alla mano di scivolare, creando un migliore contatto tra la pelle e il guanto. I guanti in polvere aiutano inoltra la traspirazione delle mani in modo da poterli mantenere più a lungo. Infine, questo tipo di guanti hanno il vantaggio di costare di meno.

D’altro canto, i guanti senza polvere sono principalmente concepiti per coloro che presentano intolleranze alla polvere. Sono anch’essi facili da indossare, e danno una sensazione di comfort durante le visite, come ad esempio i guanti in nitrile senza polvere di Abena assicurano sicurezza e comfort.

I guanti medicali sono disponibili dalla taglia XS alla XL. Oltre che per la loro dimensione, vengono scelti in base alla loro qualità. In generale, i guanti senza polvere sono i più consigliati per prevenire eventuali reazioni allergiche.

Qual è la differenza tra guanti sterili e non sterili?

I guanti medicali monouso possono essere sterili o meno, ma devono in ogni caso essere conformi alla norma NF EN 455-1 e 2, in modo da creare una barriera batteriologica e virale tra il paziente e il medico.

I guanti sterili hanno una buona resistenza alla trazione e consentono una buona sensibilità tattica. Questi guanti da esplorazione sono realizzati principalmente in lattice, ma sono disponibili anche in neoprene e vinile. Sono adatti a interventi chirurgici, diagnosi mediche o durante il parto. Tuttavia, la loro elevata resistenza non significa che possono essere riutilizzati.

Si raccomanda di cambiare i guanti dopo 45 minuti per evitare la formazione di microforature che potrebbero rappresentare un rischio di infezione. Per procedure di lunga durata è necessario un doppio guanto a seconda della durata dell’operazione.

I guanti non sterili sono utilizzati per manipolazione ad alto rischio, come la toilette di pazienti, prelievi di sangue, pulizia degli strumenti, somministrazione di terapie endovenose, ecc. Si caratterizzano per essere dielettrici, ovvero rappresentano un ottimo isolante elettrico. In più sono per la maggior parte realizzati in lattice, vinile e PVC.

Quale materiale scegliere?

L’efficacia dei guanti in lattice

Utilizzati in diversi campi, i guanti medicali monouso in lattice naturale sono ormai conosciuti da tutti. Sono noti per la loro qualità in termini di flessibilità, elasticità e impermeabilità, diventando un obbligo in termini di protezione. Il lattice o latex, è un materiale naturale e biodegradabile.

I guanti in lattice hanno grandi proprietà, offrono prestazioni affidabili e proteggono contro infezioni e contaminazioni. Offrono inoltre una buona sensazione tattile per consentire gesti precisi e meticolosi.

Guanti in nitrile e allergie

I guanti in nitrile costituiscono una buona alternativa ai guanti in lattice, soprattutto per le persone con allergie. Il nitrile è fabbricato a partire da un polimero sintetico che offre gli stessi benefici del lattice, pur dissociandosi parzialmente. Girodmedical offre una vasta selezione di guanti ospedalieri in nitrile, così che coloro che sono intolleranti al lattice, possano trovare i guanti che meglio si adattano alle loro esigenze.

Il nitrile offre una migliore resistenza alla perforazione e una migliore conservazione nel tempo: i guanti in nitrile possono essere conservati a lungo senza alterarne la qualità. Alcuni modelli contengono polvere per essere indossati più facilmente , tuttavia vi è il rischio di allergia in soggetti con pelle sensibile. Una soluzione ideale sono i guanti in nitrile senza polvere LCH, questi guanti posseggono maniche molto lunghe, oltre che una grande precisione per coloro che lavorano con prodotti chimici.

Confezione da 50 guanti in nitrile non sterili e senza polvere LCH

La resistenza dei guanti in vinile

I guanti usa e getta in vinile sono composti da cloruro di polivinile e plastificanti che ammorbidiscono il materiale. Questo tipo di guanti costituisce una buona alternativa economica presente sul mercato. Dal punto di vista estetico, sono leggermenti trasparenti e spessi al tatto. I guanti monouso in vinile non presentano alcun rischio di allergia e sono resistenti a forature e tagli. Ne sono la prova i guanti in vinile con polvere di Abena, realizzati in PVC, disponibili in diverse taglie.

Confezione da 100 guanti usa e getta in vinile con polvere Abena

Tuttavia, i guanti in vinile non sono consigliati per procedure al alto rischio di contaminazione. Il loro utilizzo è consigliato per attività quotidiane a basso rischio.

Su Girodmedical, troverete una vasta scelta di guanti monouso in vinile di qualità, con o senza polvere, al miglior prezzo di mercato.

Tabella riassuntiva dei diversi materiali dei guanti medicali

Lattice Vinile Nitrile
Vantaggi
  • Approvati in campo medico.
  • Grande sensazione tattile.
  • Morbidi, elastici, impermeabili e biodegradabili.
  • Elevata protezione contro infezioni e contaminazioni.
  • Buon mercato.
  • Proteggono in caso di forature e tagli.
  • Nessun rischio di allergia.
  • Ideali per persone allergiche al lattice.
  • Stesse caratteristiche del lattice.
  • Elevata durata di conservazione.

Comodi ed ergonomici.

Svantaggi
  • Rischio di allergie per alcune persone.
  • Non adatti a operazione ad alto rischio.
  • Per un uso a breve termine. Da cambiare spesso.
  • Materiale meno elastico.
  • Può causare allergia se presente polvere.

Per visite ginecologiche, consigliamo invece i ditali in lattice per garantire una protezione ottimale del paziente e del medico. Sul sito Girodmedical, troverete una vasta scelta per soddisfare al meglio le vostre esigenze. Il ditale in lattice è un dispositivo medico monouso che permette il delicato inserimento delle dita nella zona da esaminare. Ideali per mantenere l’igiene ed evitare il rischio di infezione.

 

nos experts répondent à vos questions sur le rameur chez girodmedical

Bisogno di un consiglio? Contattaci! Il nostro Servizio di Assistenza è a vostra disposizione al numero gratuito 02 40 70 84 10 per aiutarvi a fare la scelta migliore dal lunedi al venerdi dalle 10h alle 12h30 e dalle 14h alle 17h, giorni festivi esclusi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *